gioco-azzardo-corti-da-legare

Disturbo da gioco d'azzardo

Definito “eroina del secolo” il gioco d’azzardo patologico è un fenomeno in costante crescita. Si tratta di un “comportamento persistente, ricorrente e maladattivo di gioco che comprende gli aspetti della vita personale, familiare e lavorativa del soggetto“.

Riconosciuto ufficialmente come patologia nel 1980 dall’Associazione degli Psichiatri Americani è stato classificato nel DSM IV come “disturbo del controllo degli impulsi non classificati”, insieme alla Cleptomania e alla Piromania. Successivamente nel DSM 5 nel 2013 è stato inserito insieme agli altri disturbi additivi da sostanze psicoattive nella neo istituita categoria “disturbi correlati a sostanze e disturbi da addictions” che sostituisce, proprio per includere il DGA- disturbo da gioco d’azzardo, la precedente “Substance use disorders”.

Secondo i criteri diagnostici è definito: “Persistente e ricorrente comportamento problematico di gioco d’azzardo che comporta difficolta’ o disagio clinicamente significativi, come indicato da un soggetto che, nell’arco di un periodo di 12 mesi, presenta quattro o piu’ tra i seguenti:

  1. Ha bisogno di giocare d’azzardo con quantità crescenti di denaro per raggiungere l’eccitazione desiderata
  2. E’ irrequieto o irritabile quando tenta di ridurre o interrompere il gioco d’azzardo
  3.  Ha ripetutamente tentato senza successo di controllare, ridurre, o interrompere il gioco d’azzardo
  4. E’ eccessivamente assorbito dal gioco d’azzardo (per es., ha persistenti pensieri di rievocare esperienze passate di gioco d’azzardo, di soppesare o programmare l’azzardo successivo, di pensare ai modi per procurarsi denaro con cui giocare)
  5. Spesso gioca d’azzardo quando si sente a disagio (per es., indifeso, colpevole, ansioso, depresso)
  6. Dopo aver perso al gioco, spesso torna un altro giorno per rifarsi (rincorre le perdite)
  7. Mente per occultare l’entità del proprio coinvolgimento nel gioco d’azzardo
  8. Ha messo a repentaglio o perso una relazione significativa, il lavoro, oppure opportunità scolastiche o di carriera per il gioco d’azzardo
  9. Fa affidamento su altri per reperire il denaro per alleviare una situazione finanziaria disperata causata dal gioco d’azzardo.

La dipendenza da gioco d’azzardo è un disturbo invalidante che ha effetti distruttivi nella vita relazionale, affettiva e familiare di chi ne è affetto.

Relatori

Interverranno durante l’evento

Federica Sorino

Psicologa

claudio-politi-autore-relatore

Claudio Politi

Autore

Corto Teatrale: “Fuori Gioco”

Un uomo e il gioco d’azzardo. Poi tutto il resto: un impiego, una moglie, gli amci. Un uomo e una scommessa. Una partita di calcio lunga una vita. Le false aspettative di vittoria e l’ansia incontrollabile di una sconfitta che si avvera a poco a poco. Tutto è perduto. Tutto cosa? Il danaro, il lavoro, ma soprattutto gli affetti. Su cosa ha scommesso? Sulla vita della moglie, malata di cancro e in procinto di curarsi presso una costosa clinica. Ma i soldi non ci sono più, e di qui la nevrotica costruzione di un castello di menzogne, la drammatica elusione del senso di colpa e la ricerca ossessiva di una scorciatoia: la truffa.

Info

Tessera dell’associazione richiesta per accedere

Date:

11 Novembre 2017

Location

Nuovo Teatro Orione, Roma.


Resta aggiornato e accedi a tutte le iniziative

Richiedi la tessera dell’associazione

Le nostre iniziative hanno bisogno di te.

Richiedi la tessera dell’associazione Corti da Legare e partecipa a tutti gli eventi e gli approfondimenti in programma.